tomba maschile

Museo Archeologico Colfiorito (MAC)

glaux

Il Mac Museo Archeologico di Colfiorito, inaugurato nel 2011, è articolato su tre livelli. E' costituito da due corpi di fabbrica in muratura  preesistenti, di pertinenza dell'infermeria dell' ex Campo di internamento militare e da un nuovo corpo centrale in acciaio e vetro realizzato su progetto dell'architetto Roberto De Rubertis finanziato con fondi europei nell'ambito del DOCUP.
Circa 1450 reperti attestano la civiltà plestina dalle origini alla romanizzazione e testimoniano l’inserimento di Plestia nell’ampia trama di scambi culturali tra Etruria e Grecia. Tra i materiali di età arcaica si segnalano quelli provenienti dai santuari, centri religiosi e commerciali diffusi sul territorio. Il più importante è sicuramente  il santuario della dea Cupra (VI secolo a.C.) da cui provengono una ricca stipe votiva e quattro lamine bronzee del IV secolo a.C. con dedica alla dea in lingua umbra.
La romanizzazione del territorio plestino (seconda metà IV-III a.C.) vede il consolidarsi dell’abitato di Plestia a valle e la nascita di ville rustiche (Annifo, piani di Ricciano e Franca).



 
Archeological Museum of Colfiorito

The Mac Archaeological Museum of Colfiorito, inaugurated in 2011, is divided into three levels and consists of two existing masonry buildings, belonging to the infirmary of the former internment camp of Colfiorito, and a new central steel and glass body designed by the architect Roberto de Rubertis, financed with European funds under the DOCUP.The archeological exposition  illustrate with  a detailed chronological and thematic path, to illustrate the civilization  of the plestini, Umbrian people, documented by literary and epigraphic testimonies, settled on the karst plans of the appennine Altopiano of Colfiorito.

The data collected testify to a great vitality of the Plestine area of the early Iron Age up to the early Middle Ages, for its favorable position of connection between the Adriatic and Tyrrhenian areas.About 1450 finds attest to the Plestine civilization from its origins to Romanization and testify to the inclusion of Plestia in the wide web of cultural exchanges between Etruria, Magna Graecia and Greece. Among the materials of the archaic age are those coming from shrines, religious and commercial centers widespread throughout the territory, including the sanctuary of the goddess Cupra (6th century BC.C.) from which come a rich votive stipe and four bronze foils of the 4th century BC.C. with dedication of the goddess in the Umbrian language.Very rich funeral kits testify to a high degree of well-being and a consolidated political-social organization. The Romanization of the Plestino territory (second half IV-I) a.C. sees the consolidation of the town of Plestia downstream and the birth of rustic villas (Annifo, piani di Ricciano and Franca).
 

Luogo: Colfiorito (fraz. di Foligno), via Plestia

 

Orari  apertura ordinari :
dal 1 novembre al 31 Marzo
aperto la 2° e la 4° domenica di ogni mese più festivi con orario 10,00 - 13,00 e 15,00 -18,00
dal 1 aprile al 30 settembre
aperto il venerdi 10,00-13,00
sabato- domenica 10,00-13,00/16,00-19,00
               
dal 1 ottobre al 1 novembre

aperto il venerdì  10,00-13,00
sabato e domenica 10,00-13,00/15,00-18,00
                                               
Orario continuato in occassione della Sagra della Patata Rossa e del Festival Montelago Celtic                                

Biglietti:
intero € 4,00/ ridotto € 3,00


Gestione: Cooperativa CoopCulture
Servizi aggiuntivi: visita guidata in inglese e francese, visite guidate gruppi, visite guidate e didattica per le scuole 
Informazioni e prenotazioni visite guidate: tel. 0742- 681198 - 330584
Sito internet  www.museifoligno.it
e-mail: museotrinci@comune.foligno.pg.it    mac.colfiorito@gmail.com