Palazzo Trinci

particolare della Loggia

Palazzo Trinci, residenza della famiglia che governò sulla città tra il 1305 e il 1439, è il risultato di una ristrutturazione di edifici preesistenti realizzata tra il 1389 e il 1407 da Ugolino Trinci. Vi si accede attraverso una Scala gotica, attualmente interna al Palazzo, che conduce alla Loggia affrescata con la leggenda della fondazione di Roma. Da qui si dipartono le sale del piano nobile. La Cappella è decorata con le Storie della Vergine (Ottaviano Nelli - 1424). Da una porta arcuata si entra nella Sala delle Arti e dei Pianeti, dove sono rappresentate le arti liberali (Retorica, Aritmetica, Astronomia, Geometria, Musica, Dialettica, Grammatica unite alla Filosofia), i sette pianeti e le sette età dell’uomo simboleggiate da un’ora del giorno. Lo stesso tema torna nell’arco che congiunge il palazzo con la cattedrale. È nella Sala degli Imperatori, adibita originariamente a sala pubblica, che la grandezza di Roma celebra i suoi fasti. Ci troviamo al centro di un porticato aperto sulla campagna: un vero e proprio giardino della vita. Inscritto al centro di ogni arcata, un grande della sua storia, mostrato a esempio di grandezza e di virtù. Gli affreschi sono stati recentemente assegnati a Gentile da Fabriano, grazie alla scoperta di un importante documento e datati 1411- 12. Il Palazzo è sede del Museo Archeologico e della Pinacoteca della città.

 

TRINCI  PALACE- THE MUSEUM OF THE CITY

Trinci palace represents one of the most interesting and preserved historical noble residences in Italy. The palace was built in the late gothic 
Style , between 1389 and 1407, under the order of the papal vicar Ugolino Trinci. The Trincis ruked the town the town from 1305 to 1439. Under their leadership , Fulginium (the ancient name of the town of Foligno in the Middle Ages) experimented a period of a wide  land  expansion and a prosperous cultural development , subjecting towns like Spello, Montefalco, Assisi, Bevagna, Trevi and Nocera.  at the end of the Trinci’s rule in 1439, the palace became the seat of the papal governors and maintained this function until the Unification of Italy.Later on  it housed the offices of the local court, the State Property and the Monopoly, as well as the   financial police station
After the earthquake of the 1831-32and the bombings of the Second World War, the palace suffered serious damages. the modern neoclassical façade wsa built after the earthquake; while, after the Second World War the back side was rebuilt. Since 1927 the palace belongs to the local council ( in the same year the external staircase was built on a project by Cesare Bazzani) then the palace was restored in several years untill to 1950. In 1985 the building was closed due to the collapse of a part of the roof, the last restoration started to save most of the structures and the wide frescos. The palace was reopened in 1997 and now is the new museum of the town museum divided in different sections: the Archaeological museum, the Art gallery, the multimedial museum of tournaments, of horse races, and the museum of the municipality .